Cefalù, Chiostro, 11 apr. 2008, 022Annesso alla fabbrica della Cattedrale e ad essa contemporaneo vi è un chiostro a pianta rettangolare costruito ad una quota più bassa di circa 3,40 m. rispetto al piano di calpestio interno del Duomo. Esso rappresenta una delle più eccelse testimonianze artistico – scultoree di età normanna, il più antico chiostro esistente in Sicilia del tipo a capitello binato su doppia colonnina.

I corridoi superstiti che lo costituiscono sono caratterizzati da sobrie ed eleganti arcate a sesto acuto su colonnine e capitelli binati istoriati. Il ricco apparato scultoreo dei capitelli, con contenuti storico-biblici, è un esempio sublime di scultura romanica attribuita a maestranze pugliesi e presenta raffigurazioni antropomorfe, zoomorfe e fitomorfe, desunte dagli erbari e bestiari medievali e contengono un raffinato programma teologico che va dalla creazione dell’uomo fino alla salvezza finale.

Presso l’angolo di nord-ovest si trovava in origine una fontana attualmente conservata nei depositi della Cattedrale in attesa della nuova campagna di restauri. Conclusi i lavori di restauro nel 2003, il chiostro è nuovamente fruibile da parte dei visitatori e a tutt’oggi è possibile ammirare le corsie ovest e sud riconfigurate in situ oltre al ricostituito giardino con le 4 essenze.